La corruzione di agenti stranieri è punibile

Berna, 29.03.2000 - Le disposizioni penali più severe contro la corruzione entrano in vigore il 1°maggio 2000

Il diritto penale in materia di corruzione, licenziato dalle Camere federali durante la scorsa sessione invernale, entra in vigore il 1° maggio 2000. Diventa così punibile la corruzione di agenti stranieri. Oltre a questa fattispecie la revisione colma altre lacune esistenti nel vigente diritto penale: la corruzione di agenti svizzeri è punita in modo più severo e sottoposta a un termine di prescrizione più lungo. Punibili sono anche la concessione e l'accettazione di profitti in vista dell'adempimento delle funzioni di servizio. In questo modo è possibile combattere già sul nascere i rapporti corruttivi.

Adesione della Svizzera alla Convenzione dell'OCSE

Con l'introduzione della nuova norma penale sulla corruzione di agenti stranieri, la Svizzera può parimenti eseguire l'adesione - decisa anch'essa nella scorsa sessione invernale - alla Convenzione dell'OCSE sulla lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali. Detta Convenzione, conclusa e firmata alla fine del 1997 da parte di 34 Stati, rappresenta uno strumento centrale per una lotta più efficiente contro la corruzione internazionale. Nel frattempo è stata ratificata da 20 Stati. Aderendovi, la Svizzera si assume la sua responsabilità nella lotta contro la corruzione transfrontaliera.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 48 48


Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 10.06.2024

Inizio pagina

Abbonamenti alle news

Sul portale del Governo svizzero potete abbonarvi ai comunicati stampa della CFCG

https://www.ekm.admin.ch/content/bj/it/home/aktuell/mm.msg-id-22714.html